Divertimento

Dalla disco al liscio: i locali più spettacolari d’Europa

Largo ai piccoli: dal Giocoestate ai parchi tematici, il divertimento è assicurato

Pescheria vecchia e Borgo San Giuliano: la movida riminese è tutta qui

Dalla disco al liscio: i locali più spettacolari d’Europa

Rimini, dagli anni sessanta ad oggi, è soprattutto sinonimo di divertimento e movida notturna. Scelta infatti come mèta turistica dai ragazzi che vogliono divertirsi nei locali più trend del momento, senza rinunciare al mare, al sole e alle bellezze cittadine, la città, soprattutto d’estate, si riempie di vita con turisti provenienti da ogni parte d’Italia e d’Europa.

Dalle sale da ballo degli anni sessanta alle discoteche moderne

Città mondana, Rimini, fin dagli anni sessanta è stata la patria della “bella vita”, il luogo in cui i giovani di buona famiglia, provenienti da tutta Italia, si ritrovavano, nelle sale del Grand Hotel, per trascorrere le vacanze tra sale da ballo e concerti di grandissimi artisti italiani come Gianni Morandi e Mina. Rimini era una città d’elite, sempre all’avanguardia per i suoi locali alla moda e le nuove tendenze che fiorivano nella città della Riviera per poi prender piede nel resto d’Italia. Con il boom turistico degli anni settanta ed ottanta e con i nuovi trend provenienti dall’America, i piccoli locali da ballo hanno lasciato il posto alle grandi discoteche e ai night che, ancora oggi, sono tra le più rinomate d’Italia come il Carnaby (l’antico Cave, locale di live music aperto negli anni Sessanta), il Coconuts con la sua spettacolare posizione sul lungomare e l’Altromondo Studios che hanno fatto la storia del divertimento made in Italy.

Le discoteche più famose

La quiete diurna, con la vita da spiaggia e il relax delle terme, lascia il posto, di sera, alla più scatenata movida. Club, night e discoteche offrono una varietà impareggiabile unita alla sicurezza di locali sempre sorvegliati e bellissimi sia da vivere che da vedere. Ce n’è davvero per tutti gusti: locali da spiaggia, sale da ballo, enormi discoteche e discopub fanno di Rimini la capitale del divertimento. Dj di caratura internazionale, ospiti vip per tutta la stagione estiva, concerti live di artisti famosi sono solo alcune delle attrattive di questi locali in cui la notte non ha mai fine. Tra i disco pub più rinomati ci sono il Kiosco e il Barrumba, il Coconuts, il The Barge e il famosissimo Rock Island, in cui i concerti live si susseguono per tutta l’estate. Impareggiabile varietà musicale è quella del Melody Mecca o del Carnaby, mentre l’Altromondo Studios resta la casa più famosa del commercial-house. Completano la lista delle discoteche più famose il Velvet, il Life e il Mon Amour.

Il liscio di Romagna

Il liscio di Romagna è legato indissolubilmente alla musica tradizionale popolare della Romagna che si sviluppa nel 1800 grazie al violinista romagnolo Carlo Brighi. Sulle note di “Romagna mia” il re del liscio, Secondo Casadei, ai primi del Novecento, ha permesso il diffondersi di questo ballo che fa parte delle danze folk. Il liscio è una fusione tra mazurka, la polka e il valzer. In moltissimi locali di Rimini il liscio è una tradizione ancora viva e non mancano anche discoteche che hanno sale adibite appositamente a questo tipo di danza.

Su
Indietro

 

Largo ai piccoli: dal Giocoestate ai parchi tematici, il divertimento è assicurato


Rimini non è solo cultura, arte e spiagge attrezzate. Il divertimento più grande, infatti, è per i bambini e gran parte dei giochi organizzati in spiaggia sono solo l’inizio! Nei mesi estivi è un’iniziativa travolgente quella che fa parlare di sé: Giocaestate! Dal lunedì fino al sabato le 

giornate in spiaggia iniziano con lezioni gratuite di ginnastica, aerobica, balli latino-americani ed acquagym con istruttori Uisp competenti in tutte le attività. I punti Giocaestate lungo la riviera sono circa 50 e sono segnalati, in ogni spiaggia, con apposite bandierine. Questo evento, che sta riscuotendo grandissimo successo nell’ultimo periodo, è organizzato dall’associazione Uisp e dal Comune di Rimini. Ma Rimini non è solo mare, sole e spiaggia. Tantissimi sono i parchi di divertimento presenti in zona, alcuni dei quali acquatici con scivoli e attrazioni per tutta la famiglia, ed altri prettamente per i più piccoli.


Fiabilandia

Uno dei parchi che riscuote più successo dal pubblico dei più piccoli è Fiabilandia, una vera e propria terra delle fiabe! Costruito nel 1965, è uno dei parchi più antichi d’Italia e si trova a Rivazzurra di Rimini. Una carinissima mascotte, Babau, accompagnerà i visitatori nel grande mondo incantato di Fiabilandia. Ci sono 5 aree tematiche principali del parco: quella Orientale, la Baia dei Pirati, il Borgo Magico, la parte Medioevale e il Far West per una superficie totale di circa 150.000 mq. Il parco ha anche tantissimi punti ristoro con molte aree pic-nic immerse nel verde. Il parco è aperto da Aprile ad Ottobre ma non mancano aperture straordinarie nel periodo natalizio e per la festa di Halloween.

Sky Park

Lo Sky park si trova sul Monte della Perticara,nell’entroterra di Rimini, tra le Marche e l’Emilia Romagna ma, per chi si trova in vacanza in riviera, è uno dei posti che vale la pena visitare per la sua particolarità. E’ un parco avventure in cui si possono scegliere, a seconda del livello di difficoltà, diversi percorsi nei boschi, con arrampicate, salite su ponti barcollanti, passerelle costruite con rami e tanto altro ancora. Ovviamente a disposizione dei visitatori ci sono istruttori addetti appositamente alla sicurezza per poter far vivere un’esperienza entusiasmante senza pericolo alcuno a tutta la famiglia.

Delfinario

Situato sul lungomare di Rimini, il Delfinario, da moltissimi anni, rappresenta un’attrattiva coinvolgente per tutta la famiglia! Delfini di ogni età si esibiscono in spettacoli rocamboleschi, balli a suon di musica e sketch divertenti con gli istruttori. Per i più piccoli poi, è possibile anche socializzare, con la guida di istruttori, con i bellissimi mammiferi marini.

L’Italia in Miniatura

Un capitolo a parte merita un parco tematico che ha fatto la storia dei parchi divertimento in Italia: l’Italia in miniatura. Situato a Viserba di Rimini ed ideato da Ivo Rambaldi nel 1970, nasce come alternativa ai classici parchi di divertimento siti in Italia. Infatti, al posto di giostre e giochi vari, vi è una riproduzione perfetta in scala 1:25 dell’intera Penisola. I monumenti sono realizzati tutti in schiuma di resina e sono circa 272 in una superficie di 85000 mq con 10000 bonsai di tutti i tipi. Oltre all’Italia in Miniatura, l’ingresso al parco prevede l’ingresso anche al Luna Park della Scienza, dove si realizzano veri e propri esperimenti di fisica, un Log Flume e le Canoe. Completano il tutto il Piazza Italia Laser, dove ci si può divertire a combattere con i laser in gruppo con gli amici e un bellissimo teatro all’aperto. Per gli appassionati dell’archeologia e della storia c’è la “Piccola Valle Preistorica”, un’area tematica con delle scene di vita preistorica e ricostruzioni, assolutamente reali, di dinosauri e animali del tempo. All’interno del parco non mancano aree attrezzate per pic-nic, ristoranti e fast-food.

Su
Indietro

 

Pescheria vecchia e Borgo San Giuliano: la movida riminese è tutta qui

Il centro di Rimini, oltre ad un elevato spessore culturale, possiede la straordinaria capacità di trasformarsi completamente la sera. Pescheria Vecchia e Borgo San Giuliano sono l’esempio di come la classicità della tradizione si sposa con i tempi moderni grazie ai locali alla moda che sono nati negli ultimi anni.

Pescheria Vecchia

Circondata da quattro statue di delfini che zampillano, Pescheria Vecchia è stata ideata e costruita dall’architetto Buonamici nel 1747 e presenta una struttura ad arco con un grande spazio vuoto in cui, anticamente, veniva fatto il mercato del pesce. La pescheria si trova di fronte alla attuale piazza Cavour, nel cuore di Rimini, ed è uno dei luoghi più caratteristici della città perché l’enorme spiazzale è circondato, ancora oggi, dai lunghi banchi di marmo in cui venivano vendute le vongole o le telline (chiamate anticamente poveracce). Oggi la vecchia Pescheria è riempita da piccoli pub o bar in cui, ogni sera, si ritrovano i giovani di Rimini per bere una birra in compagnia e passare qualche ora tra amici e resta uno dei luoghi di ritrovo preferiti dai giovani e dalle famiglie per l’aria rilassante e gioiosa che qui si respira.

Borgo San Giuliano

Separato dal centro storico mediante il Ponte di Tiberio, Borgo San Giuliano è uno dei posti più famosi di Rimini ed è menzionato nei suoi film anche dal regista Federico Fellini. Le antiche osterie e cantine degli anni ’50 sono diventate, oggi, raffinati ristoranti in cui poter assaggiare le tradizionali ricette riminesi a base di pesce. Le vie del Borgo sono molto caratteristiche perché sono decorate da tantissimi murales creati da vari pittori di Rimini in onore di Fellini con immagini dei suoi film e dei posti importanti della vita del grande regista; inoltre i colori vivi dei murales spezzano con i delicati colori pastello delle abitazioni che, restaurate, risalgono all’anno mille. La chiesa di San Giuliano è uno dei luoghi più caratteristici del borgo: è un’antica abbazia benedettina del IX secolo, costruita su un antico tempio pagano. Al suo interno è conservato il dipinto di Paolo Veronese raffigurante il martirio di San Giuliano, situato sull’altare maggiore, oltre ad altri dipinti di indiscusso valore artistico. Si dice che la chiesa di San Giuliano raccolga le spoglie del santo istriano che fu torturato dal proconsole Marciano e che tali spoglie siano racchiuse in un sarcofago di marmo che si arenò misteriosamente sulla spiaggia di Rimini.

La tradizionale Festa de Borg

Ogni due anni nel Borgo si tiene la “Festa de Borg”, nata come rimpatriata tra gli abitanti del borgo e diventata oggi festa di tutta la città di Rimini. Il tema della festa cambia di edizione in edizione ma la musica dal vivo, le grandi tavolate in cui ritrovare i sapori della cucina tradizionale e gli stand con gli oggetti caratteristici del luogo, la rendono uno degli eventi più attesi sia dai Riminesi che dai turisti che visitano la città.

Su
Indietro