Il fantasma di Azzurrina al castello di Montebello

Chi l’ha detto che Rimini debba risolversi tutta nella sua bella spiaggia e nell’enorme distesa di ombrelloni e lettini? Se avete di lei questa idea, spiacenti nel dirvelo, ma siete abbastanza fuori strada.

Avete la curiosità di conoscere anche una Rimini più nascosta, segreta e per questo forse anche più affascinante? Allora potreste mettere in agenda una capatina a Montebello di Torriana.

Montebello di Torriana, proprio così.

Più o meno si trova a circa 25 chilometri dalla città, poco distante da Verucchio, in quella Val Marecchia che piace così tanto ai motociclisti, con le sue curve e le dolci colline. A Montebello di Torriana c’è un castello, sapete? E nel castello, provate un po’ a immaginare? Esatto: un fantasma. Chi l’avrebbe mai detto, eh?

Nella fattispecie è il fantasma di Azzurrina, una bambina del Trecento, giovane membro della famiglia più importante del paese. La sua pelle era eccezionalmente chiara per l’albinismo di cui soffriva, così come i capelli, tinti dalla madre con strani pigmenti che conferivano una colorazione simile all’azzurro da cui prese nome la sua leggenda.

Infatti un giorno, giocando a palla, scomparve nei pressi della ghiacciaia e ancora oggi, secondo molte testimonianze, è possibile sentire i suoi lamenti. Sono state compiute anche delle precise registrazioni ed è sempre molto sorprendente, anche per i più scettici, poterle riascoltare durante una visita al Castello di Azzurrina a Montebello di Torriana, a soli 25 km da Rimini.

Scritto da

Sono un appassionato di Rimini, della sua cultura, delle sue tradizioni e delle sue attrazioni.

No Comments Yet.

Lascia un commento