Eventi

Il festival del Mondo Antico

La Sagra Musicale Malatestiana

Rimini Wellness: l’energia prende corpo

Il festival del Mondo Antico

Il meraviglioso Festival del mondo antico che si tiene ogni anno a Rimini è uno degli eventi più seguiti e attesi da professionisti del settore e da ragazzi di tutto il mondo che vogliono avvicinarsi alla cultura del mondo classico.
“Custodire il passato per disegnare il futuro”: è questo l’obiettivo che si pone il festival. Con visite guidate ai musei della città, ai monumenti più significativi e con manifestazioni, presentazioni di libri a tema, lezioni dei più grandi teologi, storici, filosofi ed archeologi italiani che illustreranno le varie opere antiche e il percorso dell’uomo dalla classicità ad oggi.

Gli ospiti

Viene celebrata la grandezza dell’uomo, nelle sue opere, dal passato fino ad oggi per riportare la sensibilità umana, soprattutto quella dei giovani, verso un patrimonio artistico, quello italiano, che è uno dei più grandi nel mondo. I corsi di teologia, di scienza, di antropologia e di storia, verranno tenuti dai più grandi esperti del settore tra cui rinomati docenti universitari e ricercatori mondiali. Tra i vari nomi che hanno, fino ad oggi, partecipato al Festival ricordiamo Umberto Eco, Franco Volpi, Alberto Angela, Bettany Hughes, Lucio Villari, Tonino Guerra e Umberto Galimberti.

I progetti

Per avvicinare i più piccoli a queste iniziative, nel corso delle varie edizioni, sono stati proposti eventi dedicati ai più piccoli: come effettuare uno scavo archeologico, i laboratori tra cui “ La paletta dell’archeologo” o “Vacanze Romane” e il Torneo di Latrunculi, un antico gioco di strategia militare molto usato ai tempi degli Antichi Romani. Nei giorni del Festival del Mondo Antico, si può visitare gratuitamente la Domus del Chirurgo risalente al III secolo e costituita da una ampia zona di scavo in Piazza Ferrari, facente parte, per i suoi interni, dell’ormai famoso Museo Comunale di Rimini, l’Anfiteatro romano, la Biblioteca, il Museo degli Sguardi e la Darsena dove verranno ancorati gli antichi trabaccoli, le navi usate anticamente per i commerci. Sotto al famoso Ponte di Tiberio, poi, si potrà passare seduti su piccole barchette che completano l’ambientazione per un vero e proprio ritorno al passato. L’aria adibita per le esposizioni teatrali, invece, sarà, come ogni anno, allestita per grandi spettacoli di opere classiche (il famoso Asino d’oro di Apuleio fu un vero successo nel Festiva di due anni fa).

L’antica arte culinaria

Completano il Festival degli incontri gastronomici sulla cultura culinaria dal passato ad oggi con i ristoranti della zona che propongono i piatti tipici della tradizione antica. Il costo per la partecipazione al Festival è di circa 5 euro e si può accedere a tutte le iniziative, mentre i ragazzi di età inferiore ai 12 anni sono esonerati dal pagamento.

Le visite guidate

Verranno effettuate visite guidate anche alla necropoli etrusco-villanoviana di Verrucchio, i musei di Santarcangelo e Cattolica e il museo galleggiante di Cesenatico. La cultura, grazie a questi eventi di importanza nazionale ed internazionale, continua così ad assumere un valore importantissimo per la città di Rimini che diventa promotrice di iniziative di rilievo non solo per la popolazione locale ma per la penisola italiana nella sua interezza.

Su
Indietro

La Sagra Musicale Malatestiana

La musica, da sempre, arricchisce gli animi, avvicina i popoli e rappresenta pura arte espressiva. Importantissima nella cultura attuale, in un mondo in cui i suoni e le melodie accompagnano le nostre giornate e consentono di interagire a tutti i livelli della vita sociale di un individuo, essa è così variegata da apparire sempre nuova all’orecchio sia di esperti che di appassionati. Tutti i generi, gli stili, le lingue e le usanze si incontrano a Rimini, dal 1949 ad oggi, in una delle sagre più famose al mondo: la sagra Musicale Malatestiana.

L’idea

La Sagra nasce da un’idea del sovrintendente del Teatro Comunale di Bologna, Carlo Alberto Cappelli, incaricato di ideare e organizzare dei concerti musicali per rendere più aperta al turismo la stagione estiva riminese ed è, oggi, definita dai riminesi semplicemente “la Sagra”. Questo modo di vivere questo evento da parte dei cittadini è dettato dall’abitudine, ormai vecchia di 50 anni, di avere una stagione estiva ricca di musica, arte e cultura. Infatti la Sagra Malatestiana è diventata un vero e proprio evento culturale conosciuto in tutto il mondo e assolutamente da non perdere per chi visita la città di Rimini nei mesi che vanno da Luglio a Settembre.

Gli artisti

Questa rassegna musicale ha ospitato, nel corso degli anni, i più grandi musicisti del mondo, diventando non solo momento di aggregazione per appassionati, ma anche un vero e proprio meeting per gli addetti al settore. Da più di 50 anni, infatti, ospita artisti internazionali con tributi ai grandi compositori di tutti i tempi come Bach, Mozart, Schubert e Beethoven.
E’ la musica classica, infatti, ad avere ampio spazio nella Sagra con direttori delle migliori orchestre mondiali come Yuri Temirkanov, Alexander Lonquich, Frans Bruggen e Daniele Gatti, ma non mancano grandi esponenti della musica jazz e barocca. Tra le più importanti orchestre,poi, hanno varcato la soglia del palco riminese nelle scorse edizioni: l’Israel Philarmonic Orchestra, la grandissima Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, quella di Oslo e la nostrana e rinomatissima Orchestra filarmonica della Scala.

Le iniziative

La Sagra Malatestiana avvicina a Rimini, ogni anno, migliaia di persone provenienti da tutto il mondo per assistere a questi storici concerti e la critica musicale europea ha proclamato l’evento “Uno dei più importanti momenti della musica internazionale”. Le iniziative più popolari che si tengono nel periodo estivo sono “Percuoti la mente”, una sezione che si compone di circa dieci appuntamenti con lo scopo di sperimentare nuovi ritmi e suoni provenienti da ogni parte del mondo, la rassegna BWv-Bach e i Concerti della Domenica, una selezione particolare di concerti che viene fatta per offrire, nel weekend, spettacoli di popolare interesse.
Che Rimini fosse la patria della musica era già chiaro a tutti per l’amore che numerosi cantanti hanno proclamato per questa oasi di bellezza e cultura che oggi la città rappresenta. Da Lucio Dalla, a Samuele Bersani, natìo di Rimini, la musica sembra aver trovato, in Italia, un luogo rappresentativo a livello non solo nazionale ma anche, fortunatamente, internazionale, e la Sagra Musicale Malatestiana ne rappresenta, degnamente uno dei punti fermi da mezzo secolo.

Su
Indietro

Rimini Wellness: l’energia prende corpo

Ogni anno riapre al pubblico una delle manifestazioni più seguite d’Italia: Rimini Wellness, arrivata alla sua settima edizione. La manifestazione, rivolta ad appassionati di fitness, cultori ed esperti di ogni tipo di sport e curiosi delle novità in campo sportivo, si tiene a Rimini, nei 14 padiglioni della Fiera di Rimini e lungo circa 50 km di costa romagnola, coinvolta nel grandissimo evento.

Regna sovrana la voglia di benessere e di sport che accomuna  i tantissimi visitatori, ma il clima di entusiasmo e divertimento rende l’evento una grandissima festa per tutti. Ogni cosa è incentrata sulla cura del corpo e della mente con corsi che vanno dal pilates allo yoga alla boxe per rilassarsi, scoprire nuovi sport e i nuovi attrezzi sportivi in vendita o prossimamente in arrivo nei negozi di fitness.

Alla Rimini Wellness ce n’è per tutti gusti e per tutte le età e il biglietto di ingresso, per 4 giorni, è di circa 30 euro per gli adulti con sconti considerevoli per i più piccoli e biglietti gratuiti per gli ultrasessantenni. Questa vera e propria “maratona del benessere” ha fatto così tanto parlare di sé da diventare l’evento più atteso dagli sportivi di tutta Italia.

I visitatori (lo scorso anno oltre 200 mila ) provenienti dall’Italia e dall’estero, possono dividersi tra due sezioni distinte ma complementari: la WPRO e la WFUN. Nella sezione WPRO si tengono convegni, spazi espositivi di nuovi macchinari, corsi di formazione ed incontri con università ed esperti del settore che illustrano tutte le novità del settore sportivo, mentre nella sezione WFUN ci sono corsi sportivi, dimostrazioni, gare e lezioni di tantissimi tipi di sport. 350 metri quadrati di vasche, 42 palchi divisi per tipologia di sport e più di 500 istruttori riescono a rendere divertenti e appassionanti intere giornate dedicate esclusivamente al benessere.

Ma non solo lo sport è il grande protagonista della Rimini Wellness. Il grandissimo successo ottenuto, infatti,  dalla sezione “Thermalia”, il salone del turismo termale, ha fatto sì che lo spazio dedicato all’industria termale sia ancora più ampio e più sviluppato con la collaborazione di Federterme, la federazione confindustriale delle industrie termali e delle acque minerali curative con aree illustrative ed educative del settore termale. Altra sezione a cui viene data importanza è quella dedicata alla fisioterapia e alle cura riabilitativa per handicap o disagi di natura fisica.

Lungo i 4 giorni della manifestazione, vengono svolti corsi professionali e corsi di formazione per esperti del settore, per fisioterapisti e agenti operanti nel settore della sanità. Tra gli sponsor più importanti di Rimini Wellness compare Reebok, la nota azienda sportiva, la Kellogs, la Almaverde Bio e Radio Kiss Kiss che, con la sua musica, accompagna lezioni e corsi per tutta la durata della manifestazione. Per info su costi, prenotazioni per aziende e privati, per contatti, date e curiosità su Rimini Wellness, si può visitare l’apposito sito internet www.riminiwellness.com in cui sono a disposizione del pubblico sezioni video e di immagini relative alla manifestazione.

Su
Indietro