Inedited World Music Festival: alla Corte degli Agostiniani la finalissima il 3 luglio

Dopo le due date del 13 aprile e del 26-27 maggio, arriva finalmente la finalissima dell’Inedited World Music Festival che premia il talento e le doti artistiche di singoli artisti o gruppi dai 16 ai 60 anni.

Il festival, ideato da Christine Joan Johnson, dopo il grande successo dell’edizione del 2011, ritorna nella fantastica cornice della Corte degli Agostiniani, in pieno centro storico a Rimini, il 3 luglio, con la partecipazione esclusiva del gruppo “Incognito” di Jean-Paul Maunick .

Il nuovo vincitore, “The Absolut”, riceverà il premio dal vincitore della scorsa edizione, Marco Sbarbati, e avrà la possibilità di incidere il proprio brano sotto la guida di Jean-Paul Maunick. L’artista degli Incognito, infatti, quest’anno ha deciso di proporsi come music project manager, per aiutare i giovani talenti che, molto spesso, restano nell’anonimato.

Ma non solo gli Incognito sono testimonial dell’evento: sono tantissimi gli artisti che hanno deciso di collaborare e contribuire alla manifestazione per dare maggiore visibilità al Festival, supportato anche dai più importanti media nazionali. Anche gli hotel della zona hanno dato il loro contributo per il Festival offrendo numerose convenzioni per i partecipanti all’evento.

La scelta musicale sarà variegata con esibizioni raggae, r’n’b’, pop, rock, jazz, new age, etno, country e gospel. La manifestazione, oltre ad essere occasione di ritrovo per gli appassionati di musica e i giovani artisti, è anche momento di aggregazione e di recupero e valorizzazione dei rapporti sociali multiculturali e, proprio per questo, durante la manifestazione, verrà istituito il premio “True Friendship” dedicato alla vera amicizia.

Anche la preservazione ambientale avrà il suo spazio: tutto verrà svolto con strutture a basso impatto ambientale, con l’utilizzo di materiali biodegradabili, nel rispetto della natura con una raccolta differenziata assistita da alcuni volontari della città per sensibilizzare i giovani sul tema dell’impatto ambientale delle moderne tecnologie.

Scritto da

Sono un appassionato di Rimini, della sua cultura, delle sue tradizioni e delle sue attrazioni.

No Comments Yet.

Lascia un commento